News Low Cost

Nasce l’Atlante dei Cammini in Toscana, 7 percorsi slow e sostenibili

Atlante dei Cammini in Toscana: 7 itinerari per scoprire la regione con lentezza

Se siete alla ricerca di mete sostenibili e vacanze slow, la Toscana potrebbe fare al caso vostro. 

È appena nato l’Atlante dei Cammini in Toscana, un nuovo progetto che si compone di 7 itinerari e 1.369 km per scoprire la bellezza della regione con lentezza.

magna-via-francigena_1

L’Atlante dei Cammini in Toscana

Borghi, città d’arte, natura incontaminata e meraviglie poco note della Toscana: l’Atlante dei Cammini che unisce attraverso sette itinerari, 72 tappe che attraversano 119 comuni, 7 province, 20 ambiti turistici per un totale di 1.369 km.

LEGGI ANCHE: CAMMINI PIÙ BELLI IN TOSCANA

Cammini nell’atlante 

È uno dei cammini più famosi al mondo che da Canterbury va a Roma. L’itinerario attraversa la Toscana e offre un’opportunità per scoprire lungo 400 km (divisi in 16 tappe) l’antico tragitto percorso da pellegrini, mercanti, viaggiatori, attraverso boschi, colline e borghi medievali, tra storia, arte ed enogastronomia.

Un insieme di cammini che collega i tanti luoghi legati alla vita di San Francesco d’Assisi in Toscana. Da Firenze, in particolare dalla Basilica di Santa Croce potrete arrivare al rinomato Santuario della Verna.

Da La Verna, due direttrici raggiungono Anghiari, un tracciato si spinge verso ovest fino al Sasso di Simone e un altro ancora si riunisce al percorso che porta ad Assisi, passando per Monterchi.

Da Anghiari il percorso si dirige ancora più a sud, fino ad Arezzo, dove si trova la Basilica di San Francesco. Attraverso la Valdichiana Aretina prosegue fino a Cortona, altro posto a cui San Francesco d’Assisi era molto affezionato, e dove fondò l’affascinante Eremo Le Celle.

la-verna_2

Un insieme di percorsi di oltre 1400 km che ricalca l’antico sistema di vie che dal nord est conduce a Roma. 

In Toscana si trovano gli ultimi 108 km del percorso, che coincidono con le 6 tappe finali della Nonantolana-Longobarda: da Cutigliano e gli altri borghi della Montagna Pistoiese, si scende verso Pistoia per poi dirigersi verso il Montalbano e le terre di Leonardo da Vinci. Prima di arrivare a Fucecchio e a San Miniato, infatti, la Romea Strata vi porterà a scoprire Anchiano, Vinci e Cerreto Guidi.

  • Via Romea Germanica

La Via Romea Germanica era uno dei principali collegamenti tra il mondo germanico e l’Italia Centrale: percorre circa 2.200 chilometri da Stade a Roma, attraversando in totale 3 Paesi, in 94 tappe: 44 in Germania, 4 in Austria e 46 in Italia.

In Toscana attraversa tutto il territorio Aretino passando per Chitignano, Arezzo fino a Cortona per entrare in Umbria passando nel territorio di Castiglion del Lago, poi per Città della Pieve fino ad Orvieto.

  • Via Matildica del Volto Santo

La via Matildica e quella del Volto Santo sono due cammini accomunati dalla stessa meta: il Duomo di San Martino a Lucca, sede della statua lignea del Volto Santo, noto anche come il “Cristo nero dei lucchesi”, fonte di leggende e miracoli. A Castelnuovo di Garfagnana, le due vie si intersecano, diventando un unico cammino. 

La Matildica è un percorso che parte da Mantova e raggiunge la Toscana al passo di San Pellegrino, attraversa Garfagnana e Media Valle del Serchio per poi giungere, infine, a Lucca

  • Via Romea Sanese

Per i collegamenti con Roma i fiorentini usavano la Via Sanese: essa costituiva il percorso più breve per giungere dalla città del Giglio a Siena. L’itinerario alterna tratti su stradine secondarie asfaltate a tratti su fondo sterrato, intersecando anche il tracciato ufficiale della Via Francigena.

Quattro tappe attraversano pievi, badie e borghi medievali. Un viaggio che parte da piazza della Santissima Annunziata a Firenze e tocca luoghi carichi di storia come Sant’Andrea in Percussina, San Casciano in Val di Pesa, Badia a Passignano, San Donato in Poggio, Castellina in Chianti, fino ad arrivare a Siena nella Basilica di San Francesco.

Riproduzione riservata