News Low Cost

Aladdin compie 30 anni: viaggio nei luoghi da Mille e una Notte del classico Disney

Aladdin, il classico Disney, compie 30 anni. Il 25 novembre usciva nelle sale il cartone animato ispirato al racconto de “Le Mille e una notte” Aladino e la lampada meravigliosa.

Per celebrare l'anniversario, Volagratis.com ci fa fare un viaggio nei luoghi che hanno ispirato il cartone Disney e il live action omonimo del 2019, dall'India al Marocco passando per Arabia Saudita, Giordania, Uzbekistan e Oman.

Tāj Maḥal, India

È la città di Agra con il suo bellissimo Tāj Maḥal ad ispirare la città di Agrabah che nella realtà non esiste.

Il mausoleo fu fatto costruire nel 1632 dall’imperatore moghul Shāh Jahānin per l’amata moglie Arjumand Banu Begum e oggi non è solo un capolavoro architettonico che attira ogni anno migliaia di viaggiatori da tutto il pianeta, ma anche uno dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Giordania: Da Petra al Wadi Rum

Petra

Scelta come location per le riprese del live action del 2019, che ha riportato la storia di Aladdin sul grande schermo dopo ventisette anni, la Giordania è merita assolutamente una visita

A cominciare da Petra, che con il celebre monumento funerario di El Khasneh è stata eletta una delle sette meraviglie del mondo moderno, fino ai paesaggi incredibili del Wadi Rum, un deserto che oggi rientra tra i beni naturalistici protetti dall’UNESCO.

Antiche città di pietra e panorami mozzafiato, Arabia Saudita

A ispirare i luoghi del classico Disney anche l’Arabia Saudita: il Rub Al-Khali è una delle più grandi distese di sabbia del pianeta mentre la “Petra d’Arabia” Al-'Ula, lungo la Via dell’Incenso, è una meraviglia incastonata tra le montagne dell’Hijaz e nota per la vicina Roccia dell’Elefante (Jabal Alfil).

Tra i luoghi mozzafiato del Paese anche il Jebel Fihrayn, noto a livello internazionale come “The Edge of the World”, una formazione rocciosa alta 300 metri e dalla quale ammirare un panorama senza eguali.

Marrakech, Marocco

Ricordate il giovane Aladdin che scappa tra i banchi di un mercato? Ricordano tanto il Souk di Marrakech, labirinti intricati ricchi di artigianato e prodotti locali.

Tra i più famosi ci sono quello di Semmarine, dove le scarpe — soprattutto le celebri babouches marocaines — e i vestiti sono esposte accanto a tappeti e ceramiche, o quelli di Ableuh e Kchaca, specializzati in spezie e prodotti alimentari. Molto diversa, invece, la merce in vendita nel Souk Haddadine, noto anche come “souk dei fabbri”, famoso per le sue lampade.

Le meraviglie dell'Oman

Oman: 10 cose da fare e vedere assolutamente

Stato meridionale della Penisola Araba, l’Oman è un luogo dove le dune del deserto incontrano i colori e le bellezze architettoniche della capitale Muscat.

La città, una delle più antiche della penisola, è stata per secoli uno dei più importanti porti d’Oriente, un crocevia di culture e un punto di riferimento lungo le rotte commerciali che univano l’Asia con l’Africa.

Lungo la Via della Seta e dei tappeti in Uzbekistan

Parte dell’antica Persia, l’Uzbekistan è da sempre una terra di mercanti, nonché il fulcro della leggendaria Via della Seta, che vedeva tra i suoi centri principali l’affascinante Samarcanda.

Fiore all’occhiello delle maestranze uzbeke sono gli eleganti tappeti, simbolo di ricchezza e prosperità e ai quali i creatori di Aladdin si sono ispirati per il magico tappeto volante.

Riproduzione riservata