Croazia

Parchi nazionali della Croazia, i più belli da non perdere

Parchi Nazionali della Croazia: i più belli da non perdere

Natura incontaminata, cascate, laghi, isole e stupefacenti fondali marini. La Croazia ha 8 parchi nazionali e 11 parchi naturali, oltre a diverse aree protette di grande bellezza.

Tra i parchi nazionali più conosciuti bisogna assolutamente vedere quello di Plitvice e di Krka, entrambi famosi per le magnifiche cascate e i loro pittoreschi laghi, mentre i parchi delle isole Kornati, delle isole Brioni e di Mljet affascinano per la ricchezza della loro biodiversità.

Tutti i parchi della Croazia comunque sono incantevoli oasi, ideali per un bagno nella natura di uno o più giorni. Ecco i più bei parchi nazionali della Croazia.

Parchi nazionali della Croazia, i più belli da non perdere

  • Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice
  • Parco nazionale delle cascate Krka
  • Parco Nazionale delle isole Brioni
  • Parco nazionale delle isole Kornati
  • Parco Nazionale Mljet
  • Parco Nazionale Paklenica
  • Parco Nazionale Risnjak
  • Parco Nazionale del Velebit Settentrionale

plitvice_2

Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice

laghi-plitvice

ll Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è il più antico della Croazia. Si trova nell’entroterra tra Zagabria e Spalato ed è costituito da 16 laghi, alimentati da diversi fiumi e sorgenti sotterranee, uniti dalle numerose cascate che si tuffano nel fiume Korana.

Dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1979, il parco si estende per oltre 33 mila ettari e ospita oltre 1200 specie di piante, tra cui 50 tipi di orchidee, più di 300 specie di farfalle, 157 tipi di uccelli, 20 specie di pipistrelli, ma anche orsi, lupi e linci. Una rete di sentieri permette di esplorare le meraviglie del parco.

Il periodo migliore per visitarlo è quello che va da maggio a giugno, quando i laghi sono pieni d’acqua e la natura è rigogliosa. Nel parco ci si può spostare a piedi, in bicicletta, con un trenino o in barca. Ci sono anche diversi campeggi e alberghi per chi volesse soggiornare.

Parco nazionale delle cascate Krka

krka

Il parco Nazionale delle Cascate Krka si trova nell’entroterra di Sibenik (da cui dista 13 km) nella Contea si Sibenik-Knin (Dalmazia Settentrionale), a 80km da Zara. È uno dei più bei parchi della Croazia, costituito nel 1985, e copre un’area di 109 kmq.

Qui il corso del fiume Krka scorre tra le città di Knin e Skradin creando sette cascate di travertino: Bilusica buk, Brljan, Manojlovacki slap, Rosnjak, Miljacka slap, Roski slap e Skradinski buk, la più alta cascata nell’area del Mediterraneo con un salto di 46 metri.

Percorrendo i sentieri scoprirete la natura lussureggiante del parco che conta oltre 860 tipi di piante, ma anche le numerose specie animali tra cui oltre 221 specie di uccelli.

Tra boschi e mulini ad acqua vedrete anche un’antica filanda e un lavatoio.

Parco Nazionale delle isole Brioni

parco-nazionale-delle-isole-brioni

Il Parco Nazionale delle isole Brioni è formato da un arcipelago di 14 isolette ricche di fascino, dalla superficie complessiva di quasi 8 kmq. Si trova sulla costa sudoccidentale dell’Istria ed è un luogo imperdibile dove trascorrere giornate tra natura incontaminata, incantevoli spiagge e antiche rovine. Abitate fin dai tempi antichi, le isole Brioni, nel 1893 furono acquistate dall’industriale austriaco Paul Kupelwieser che ne fece il ritrovo di vip e celebrità.

La proprietà passò allo Stato italiano che poi cedette le isole alla Jugoslavia nel 1945. Tito spostò la sua residenza estiva su queste isole. Oggi tra le isole solo una è aperta ai visitatori, Veliki Brijun, la più grande dell’arcipelago, distante due chilometri dalla costa. Appena arrivati al porto noterete la casa per le barche, un edificio in stile secessionista austro-ungarico costruito nel 1902. Poi scoprirete un Safari Park che un tempo era la riserva di caccia privata di Tito.

Fate un giro anche al Giardino Mediterraneo, un’area verde di 17000 mq un tempo adibita a vivaio forestale. Vedrete inoltre testimonianze dell’antica storia dell’isola: una villa romana del I secolo situata nell’incantevole baia di Verige; la Basilica di Santa Maria, il più antico edificio cristiano dell’isola; la quattrocentesca Chiesa di San Germano che custodisce un mosaico originale della villa romana di Baia Verige. Potreste infine visitare il castrum bizantino, dove sono stati ritrovati reperti dell’Impero Romano, dei Goti Orientali, di Bisanzio, del periodo carolingio e del dominio veneziano.

Godetevi infine il mare nelle idilliache spiagge dell’isola come la spiaggia Saluga. Le altre isole Brioni sono aperte ai visitatori solo in occasioni di eventi particolari, per esempio l’Isola Minore si può visitare durante la rassegna Ulysses Theatre.

Parco nazionale delle isole Kornati

isole-kornati

Le isole Kornati compongono un arcipelago situato nella parte centrale dell’Adriatico con coste articolate e profonde insenature, costellate da poche case sparse, abitate per lo più in estate.

Il parco nazionale comprende 89 delle 152 isole dell’arcipelago. Situate al largo della Dalmazia, le Kornati sono isole incontaminate, ideali per gli appassionati di immersioni e coloro che amano la natura selvaggia. Le isole Kornati incantano per il ricco ambiente sottomarino e le rocce particolarmente scenografiche che sprofondano a picco sul mare per centinaia di metri. Se ci si vuole immergere nella magia del luogo si può soggiornare nelle case dei pescatori oppure si possono vedere queste isole con un’escursione in barca di una giornata.

Parco Nazionale Mljet

mljet_1

Il Parco Nazionale Mljet si trova nella parte occidentale dell’isola Mljet, Meleda in italiano, che si può visitare in giornata da Korcula o Dubrovnik. La storia di Mljet ha radici mitologiche: si pensa infatti sia la leggendaria isola Ogigia dove Ulisse venne tenuto prigioniero dalla ninfa Calipso. Il parco si estende per la maggior parte dell’isola ed è in gran parte composto da foreste di leccio e pino di Aleppo, l’habitat ideale per diverse specie di animali. Perciò Mljet viene chiamata “l’isola verde”.

Il parco comprende inoltre numerose baie, insenature, isolotti, villaggi e due laghi salati, Malo e Veliko Jezero, che sono in realtà avvallamenti carsici affondati. Al centro del lago Veliko Jezero si trova l’isolotto di Santa Maria con un monastero benedettino costruito nel dodicesimo secolo.

I diversi sentieri vi faranno apprezzare la biodiversità di questo parco che è un’oasi naturale di grande bellezza.

Parco Nazionale Paklenica

paklenica

Il Parco Nazionale Paklenica comprende il letto dei torrenti di Vela Paklenica e Mala Paklenica e i loro canyons che incidono verticalmente le pendici meridionali del monte Velebit e dell’area circostante.

Il parco si trova tra Zara e Starigrad Paklenica ed è facilmente raggiungibile in auto. I boschi ricoprono due terzi del parco e ci sono oltre 150 km di sentieri per camminata oltre che una delle aree per arrampicata più importanti della Croazia con oltre 360 tracciati. Il territorio inoltre ospita alcuni siti speleologici interessanti, tra cui la Manita Pec e il pozzo Vodarica, oltre a una ricca flora e fauna, incantevoli paesaggi e natura incontaminata.

Parco Nazionale Risnjak

risnjak

Il Parco Nazionale Risnjak si trova nell’entroterra della città di Rijeka, in italiano Fiume, e del Golfo del Quarnero, nella parte nordoccidentale della regione del Gorski Kotar.

Appartiene al sistema delle Alpi Dinariche e conserva antiche rocce addirittura di epoca Paleozoica. Il parco incanta inoltre con per le ricche foreste e le sorgenti del fiume Kupa, i fenomeni carsici come grotte, gole, canyon e una ricca fauna che comprende diversi tipi di uccelli soprattutto rapaci, linci da cui il parco prende il nome, lupi e orsi bruni. Esplorando il parco vedrete caratteristiche tipiche delle aree forestali calcaree europee come le caverne sotterranee scavate da corsi d’acqua.

Parco Nazionale del Velebit Settentrionale

velebit-settentrionale

Il Parco Nazionale del Velebit Settentrionale è la più grande are protetta della Croazia. È diventato parco nel 1978 per la ricchezza del suo territorio, la diversità di forme carsiche, la sua flora e fauna. Il parco inoltre è stato inserito nella rete delle riserve internazionali della biosfera dell’Unesco.

Si trova nell’entroterra di Fiume e della Riviera del Quarnero e di Senj, ed è facilmente raggiungibile in auto.

Oggi il parco comprende quattro zone a protezione speciale: la Riserva Naturale Hajducki i Rozanski kukovi, la Riserva Botanica Visibaba, il sito di ritrovamento di piante endemiche Croatian Sibirea e la Riserva Botanica Zavizan-Balinovac-Zavizanska kosa all’interno della quale si trova il Giardino Botanico del Velebit.

La maggior parte del Parco è composta da rocce sedimentarie e calcaree, dolomiti e numerose grotte soprattutto nella parte meridionale. La più conosciuta è quella di Cerovačke. Esplorate il parco attraverso i numerosi sentieri e non perdete la vista spettacolare sull’Adriatico. 

Mappa e cartina

Autore: Francesca Ferri

Riproduzione riservata