Idee di viaggio

Ciao Italia, vado a vivere in Cina

Stanchi dell'Italia e in cerca di un nuovo paese dove andare a vivere? Ecco tutto quello che dovete sapere per andare a vivere in Cina

/5

Avete voglia di mollare tutto e andare a vivere in un altro Paese? Un paese dove potete avere molte più opportunità di lavoro, di investimento in un paese totalmente differente dal nostro?

Ecco tutto quello che dovete sapere per trasferirvi in Cina.Oltre ad essere una terra magica, affascinante la Cina è una nazione con una economia in forte sviluppo dove potrete avere opportunità per cambiare vita.

LEGGI ANCHE: VIVERE AD HONG KONG, VISTI E CONSIGLI PER TRASFERIRSI

Non fatevi scoraggiare dalla lingua, è certo difficoltosa ma potrete impararla con calma. Se cercate lavoro nel campo del marketing, della finanza o dell'IT potrete avere fortuna in Cina, secondo l'Expat Info Desk.

andare-a-vivere-in-cina

La Cina è anche tra i primi dieci migliori paesi dove andare a vivere e lavorare (LEGGI TUTTO).

Visto turistico - Potrete richiedere il visto turistico ai Chinese Visa Application Service Center di Roma e Milano, o al consolato cinese di Firenze. Si tratta del Visto L che vi darà il permesso di entrare in Cina dai 30 ai 90 giorni. Per permanenze oltre ai 30 giorni dovrete avere con voi anche il biglietto di ritorno.

LEGGI ANCHE: LE ILLUSTRAZIONI CHE VI AIUTERANNO A CONOSCERE IL CINESE IN TEMPI RECORD

Visto per Studio -
Potrete recarvi in Cina a studiare solo sre otterrete una lettera d'invito (ammissione) da parte dell'ente o università dove andare studiare e il modulo JW201 (or JW202) rilasciato dal Ministero Cinese dell’Educazione. Esistono due tipi di visto, quello X1 per chi si reca a studiare in Cina un periodo di studio superiore ai 180 giorni e un visto X2 rilasciato a coloro che si recano in Cina per un periodo di studio inferiore o uguale a 180 giorni.

WOW! WOW! WOW! ❤️ #templi #pechino #cina #china #beijing

Una foto pubblicata da Onorina Myslymi (@pepperchocolate1984) in data: 4 Set 2015 alle ore 06:14 PDT



Visto Business - Viene rilasciato a chi intende recarsi in Cina per motivi di affari. Se andate in Cina per affari, avrete bisogno del Visto, oltre ai requisiti di base occorre presentare una lettera d’invito rilasciata dalla compagnia o organizzazione cinese con la quale siete in affari.

Visto Lavoro - Per lavorare in Cina, dovrete richiedere un visto Z (che sarà Z1 per chi vuole lavorare in Cina per più di 90 giorni e Z2 per chi resta meno di 90 giorni). Per richedere il visto di lavoro per la Cina, dovrete prensentare l’invito tramite una lettera o fax da parte di un dipartimento governativo cinese o da una ditta autorizzata dal Governo cinese, oppure il certificato di esperto straniero rilasciato dall'azienda di assunzione. Il visto Z ha validità di tre mesi, una volta in cina deve recarsi presso una stazione di polizia o un ufficio immigrazione per convertire il visto Z in un permesso di soggiorno temporaneo della durata del contratto di lavoro.

LEGGI ANCHE: CIAO ITALIA, VADO A VIVERE IN AUSTRALIA

Residenza in Cina - Potrete richiedere il Visto D per soggiorni della durata non superiore ai dieci anni. Ottenere un visto D è estremamente difficile e viene concesso soltanto a chi ha già soggiornato in Cina per un lungo periodo. Se ne può fare domanda solo in Cina.



Situazione sanitaria
: Secondo quanto si legge su Viaggiare Sicuri: Solo nelle metropoli è possibile trovare personale medico e sanitario competente, ma con limitata conoscenza dell’inglese o di altre lingue veicolari. I costi di degenza ospedaliera per i cittadini stranieri sono elevati, molto onerosi sono anche i servizi forniti da alcune cliniche gestite da associazioni straniere, presenti solo nelle grandi città. In considerazione degli elevati livelli di costo dei servizi ospedalieri presso strutture private a cui solitamente si rivolgono gli stranieri, si sottolinea l’importanza di premunirsi di una polizza sanitaria con adeguato massimale (la copertura “standard” talora offerta dalle agenzie di viaggio può dimostrarsi insufficiente) che includa anche l’eventuale rimpatrio aereo del malato. A tale riguardo si precisa che l’Ambasciata italiana non può sostenere né garantire pagamenti di carattere privato.

Siti Utili per trovare lavoro:

- http://www.chinajob.com/
-
http://jobs.echinacities.com/

 

Scopri