Sarajevo

Cosa vedere nei Balcani

Cosa Vedere nei Balcani: lista dei posti da visitare

Per partire in viaggio alla scoperta dei Balcani ci mettiamo mappa alla mano per capire quali e quanti sono i paesi che ne fanno parte e quale sia il modo migliore per visitarli. In questo modo ci accorgiamo che la Penisola Balcanica è una regione dell’Europa sud-orientale, delimitata dal Mar Adriatico a nord-ovest, dal Mar Nero a nord-est e dallo Ionio e dal Mar Egeo a sud.

La regione comprende 12 paesi: Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Albania, Bulgaria, Macedonia del Nord, Serbia, Romania, Kosovo, Grecia e Turchia anche se nella percezione comune la definizione di Balcani si limita ai paesi dell’ex Jugoslavia più Albania, Bulgaria e Romania senza includere Grecia e Turchia generalmente considerate nazioni a sud dei Balcani dal punto di vista geopolitico.

Malgrado la popolarità di questi luoghi sia cresciuta molto negli ultimi anni i grandi flussi turistici non li hanno ancora presi d’assalto a buon vantaggio di chi vuole visitarne gli angoli più autentici con calma e senza spendere una fortuna.

Cosa vedere nei Balcani 

  • Lubiana
  • Pirano 
  • Grotte di San Canziano 
  • Lago di Bled
  • Parco Nazionale del Triglav
  • Miniera di mercurio Idrija
  • Parco naturale delle saline di Sicciole,
  • Lago di Bohinj
  • Grotte di Postumia
  • Zagabria
  • Parco Nazionale di Plitvice
  • Spalato
  • Parco Nazionale di Krka
  • Rovigno
  • Hvar, Brač e Korčula
  • Dubrovnik
  • Stolac
  • Mostar
  • Sarajevo
  • Travnik  
  • Cattaro
  • Budva
  • Stevi Stefan
  • Scutari 
  • Durazzo
  • Kruja 
  • parco nazionale di Llogara
  • spiaggia di Gjipe
  • Dhermi
  • Ivanovo
  • Sofia 
  • Monastero di Rila 
  • Parco Nazionale di Mavrovo,
  • Ohrid
  • Lago di Prespa
  • Skopje 
  • Ohrid 
  • Belgrado 
  • Transilvania
  • Riserva della Biosfera del Delta del Danubio
  • Monti Sar

albania_2

Una zona così vasta ancora da scoprire a fondo, regala numerose possibilità di perdersi tra paesaggi da sogno, borghi antichi, spiagge selvagge, montagne innevate, siti storici, laghi specchiati, edifici di architettura medievale, isole incontaminate, città affascinanti, castelli fiabeschi, opportunità per tutti i tipi di sport e attività, cibo gustoso e prezzi convenienti.

Con tante possibili mete a disposizione si può correre il rischio di fare confusione e non cogliere il meglio di tanta offerta, per questo il consiglio è quello di definire per tempo che tipo di viaggio si ha intenzione di condurre, quali sono le priorità, il tempo a disposizione e poi lasciarsi andare all’imprevisto, che mai come in questi luoghi può regalare sorprese memorabili.

Ogni paese ha la sua cultura unica e diversificata e scoprire tutto in una volta sola può non essere impresa facile, anche tenendo conto che in molti di questi paesi spostamenti e strutture ricettive possono non essere sempre organizzati o facili da sfruttare.

LEGGI ANCHE: VIA DINARICA

Un buon metodo potrebbe essere quello di esplorare la regione un po’ alla volta in più viaggi, oppure prendersi un mese intero per fare tappa in più paesi possibili cercando di non visitare solo le capitali ma anche i luoghi più affascinanti e nascosti di ogni paese.

Per delineare un lungo viaggio nei paesi Balcani abbiamo pensato ad una serie di suggerimenti che permettano di scoprire tanti luoghi fantastici disseminati nelle diverse nazioni della regione, soffermandoci in particolare sulle località più interessanti sparse tra Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania, Repubblica di Macedonia, Bulgaria e Serbia.

Slovenia

Piccola ma ricca di attrazioni tra storia e natura la Slovenia vanta numerosi siti protetti dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. È la nostra tappa d’ingresso ai Paesi Balcanici. In poco spazio geografico si concentrano montagne imponenti, città storiche, castelli medioevali, chiese antiche e una costa spettacolare. 

Le tappe da non mancare quando si visita sono la capitale Lubiana, la città costiera di Pirano, le Grotte di San Canziano, il Lago di Bled con tanto di castello gotico inserito in una spettacolare cornice di montagne innevate e il Parco Nazionale del Triglav. Da vedere ci sono anche: la Miniera di mercurio Idrija, il Parco naturale delle saline di Sicciole, il Lago di Bohinj e le Grotte di Postumia. 

slovenia_7

Croazia

Grazie ai suoi paesaggi naturali incantevoli la Croazia è una delle destinazioni più ambite dai turisti europei che qui trovano l’acqua limpida e le spiagge selvagge della costa Dalmata, isole incontaminate e città storiche come la capitale Zagabria

Un paese variegato che spazia dalla costa Istriana all’entroterra montuoso dei Monti Dinarici con gole rocciose, fitte foreste e laghi. Numerosi di conseguenza sono i luoghi da visitare quando si passa in Croazia, dal Parco Nazionale di Plitvice a Spalato col suo antico Palazzo Diocleziano Patrimonio Unesco al Parco Nazionale di Krka, a Rovigno, fino alle isole di Hvar, Brač e Korčula. 

Menzione a parte la merita la spettacolare Dubrovnik con i suoi edifici antichi, le incantevoli spiagge di Orebic, Cava e Lapad e gli scorci mozzafiato. Tutta la città vecchia e le grandi mura che la circondano sono patrimonio mondiale protetto dall’Unesco.

plitvice_2

Bosnia – Erzegovina

Nel variegato quadro socio culturale di paesi che compongono la regione balcanica la Bosnia-Erzegovina ha il primato di ospitare numerose minoranze etniche, fungendo da vero crocevia di culture e religioni. 

I suoi paesaggi urbani sono contraddistinti da chiese e minareti, mentre quelli naturali sono ricchi di montagne come le Alpi Dinariche, parchi nazionali come a Una e antiche città come Stolac dove si mischiano stili e culture di antiche dominazioni. Tappe imprescindibili del viaggio sono le città di Mostar, Sarajevo e di Travnik un’ex capitale ottomana circondata castelli e moschee. Da vedere anche la piccola Trebinje e il famoso santuario di Medjugorje.

mostar

Montenegro

Il Montenegro può vantare paesaggi naturali tra i più scenografici della regione balcanica con colline che si affacciano sul mare, spiagge sabbiose, aspre montagne, canyon come quello di Tara, borghi storici come quello di Cattaro e laghi nei boschi come quello di Scutari immerso nella natura. Fantastiche sono anche le sue città costiere come Budva, che abbina spiagge ideali per i bagnanti e un centro storico medioevale di grande fascino. 

Una bella esperienza per attraversare e scoprire il territorio del Montenegro è rappresentata dal treno Balkan Express che dopo uno dei percorsi ferroviari più belli d’Europa, arriva fino alle lunghe spiagge di Bar, una pittoresca cittadina dove le tante fortezze antiche si affacciano sulla costa adriatica. Da non perdere ci sono anche la spiaggia di sabbia rosa di Stevi Stefan.

Albania

Una delle regioni più antiche nel cuore dei Balcani è l’Albania con la sua storia secolare testimoniata da numerosi castelli e siti archeologici come Scutari la capitale culturale del paese o Durazzo con il più grande anfiteatro dei Balcani o Kruja con la città vecchia panoramica. Ma in Albania si trovano anche paesaggi costieri di rara bellezza. 

La Riviera Albanese vanta dolci colline e spiagge selvagge circondate da natura incontaminata come il passo di Llogara, il parco nazionale di Llogara, il canyon e la spiaggia di Gjipe, il sito archeologico e il parco nazionale di Butrinto. Da non perdere ci sono le località di Berat e la città di pietra di Gjirokastra, il Parco Nazionale di Theth o la costa turchese davanti al villaggio di Dhermi.

albania_1

Bulgaria

La Bulgaria è uno dei paesi più estesi e più antichi della regione Balcanica con una grande presenza di siti storici significativi come le chiese scavate nella roccia di Ivanovo e paesaggi naturali affascinanti e diversificati che vanno dai grandi parchi nazionali come quelli dei Balcani centrali e di Pirin, ai sette laghi di Rila. 

La capitale Sofia custodisce il suo patrimonio multi culturale con musica, danza tradizionale, costumi e artigianato nascosti in tessuto urbano di grande valore architettonico. L’antica città di Nessebar sorge su una penisola scoscesa con centro storico pieno di chiese che separano piazze e strade acciottolate, Il Monastero di Rila invece è il più grande e storico del paese.

sofia-bulgaria_1

Repubblica di Macedonia del Nord

La Repubblica di Macedonia del Nord non coincide con i territori della regione storica della Macedonia ma si estende su un territorio più ristretto a carattere prevalentemente montuoso e senza sbocco sul mare. La sua natura aspra e selvaggia è costellata da vallate, riserve come il Parco Nazionale di Mavrovo, Canyon come quello di Matka e grandi laghi come quello cristallino di Ohrid, il Lago Orchidea con il monastero di Sveti Naum o il lago di Prespa con la suggestiva isola dei serpenti. 

La capitale Skopje ha una storia molto antica testimoniata da siti archeologici come l’Acquedotto di Skopje e Scupi, e le strutture di Ottman, in particolare il Vecchio Bazar e la Moschea Mustapha Pasha. Da non perdere c’è il suggestivo villaggio di Ohrid con le sue chiese e monasteri nominato Patrimonio dell’Unesco.

Serbia

La Serbia abbonda di attrazioni naturali e mete turistiche tra le più interessanti dei Balcani con paesaggi naturali diversi come le pianure della Vojvodina, le montagne e le vallate del parco nazionale di Fruška o quello di Derdap, fiumi come quello di Drina. Tanta ricchezza paesaggistica si sposa con altrettanta varietà di città storiche e siti archeologici, il Museo Nikola Tesla, il complesso Stari Ras e Sopoćani, e il Monastero di Studenica. 

La sua capitale, Belgrado è sede di straordinari edifici risalenti al 1800 a Stari Grad, l’iconico Teatro Nazionale e risente ancora dell’impronta architettonica del suo passato comunista come la storica Fortezza di Belgrado. Passeggiare lungo le rive del fiume permette di scoprire le sue molte attrazioni come la Torre Avala, la Casa dei Fiori, la Torre Gardos. Mentre all’interno del Parco Kalemegdan si trovano musei, gallerie, campi sportivi, ristoranti e lo zoo

Romania

Se ci spostiamo nella zona nord-ovest della penisola balcanica troviamo la Romania con i suoi rinomati castelli, paesaggi senza tempo e natura rigogliosa a partire dalla regione della Transilvania, un’area boscosa costellata da colline e fortezze come famoso il Castello di Bran, associato alla leggenda di Dracula. 

Le imponenti montagne dei Carpazi sono il terreno ideale per lunghe escursioni immerse nella natura selvaggia, mentre seguire il corso del fiume Danubio porta dritti nel cuore della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio dove osservare la fauna selvatica, fare giri panoramici in bicicletta o gite in barca. Una visita la meritano anche i tanti villaggi storici rumeni come quello medievale di Sighisoara o di Maramures. 

transilvania_1

Repubblica del Kosovo

Il piccolo paese del Kosovo per la sua storia travagliata è ancora un mistero per la maggior parte dei viaggiatori che lo visitano. Un paese senza sbocco sul mare, con pittoresche città di montagna attraversati da sentieri escursionistici di rara bellezza, antichi monasteri fascinosi e una cultura distinta con forti influenze sia cristiane che musulmane. 

La spettacolare cornice dei suoi paesaggi naturali è la meta ideale per escursionisti e amanti della natura che potranno esplorare montagne come i Monti Sar, laghi, fiumi come il Bistrica e Canyon come quello di Rugova tra i più belli d’Europa. 

 

 

Riproduzione riservata