Vienna

10 cose gratuite da fare a Vienna

Vienna gratis: 10 cose da fare a costo zero
02-05-2024
Palazzi, giardini, mercati, monumenti e tanto altro: ecco tutto quello che si può visitare gratuitamente a Vienna.
Vienna gratis: 10 cose da fare a costo zero
Vienna gratis: 10 cose da fare a costo zero

Tra le Capitali europee più ricche di fascino, storia e sfarzi c’è certamente Vienna, la meta ideale per chi ama concedersi qualche giorno all’insegna della cultura e della bellezza.

La città austriaca è, però, attualmente anche una delle destinazioni più care del nostro Continente considerato il costo raggiunto negli ultimi anni da alloggi, trasporti pubblici e ticket di entrata nei tantissimi musei.

Non tutto però, a Vienna, ha un prezzo: moltissime attrazioni e zone di interesse culturale possono, infatti, essere visitate gratuitamente. Ecco 10 cose da fare e vedere gratis e da tenere a mente (e magari da affiancare alle visite a pagamento) se scegliete Vienna come località per la vostra prossima vacanza!

Passeggiare nel parco di Schönbrunn

Schonbrunn
Schönbrunn

Il castello di Schönbrunn è stato la residenza imperiale estiva degli Asburgo dal 1730 al 1918. Si trova nella periferia ovest di Vienna ed è sotto il regno di Maria Teresa che ha raggiunto l’apice del suo sfarzo.

Il palazzo è visitabile in alcune fasce orarie prestabilite e pagando un biglietto d’ingresso; il parco e i giardini che lo circondano, invece, possono essere visitati gratuitamente ogni giorno dalle 6:30 alle 20:00.

GUARDA ANCHE: VIENNA IN TRE GIORNI

Progettato da Jean-Nicolas Jadot e Adrian von Steckhoven proprio per volere dell’imperatrice Maria Teresa, il parco presenta in stile barocco francese e ospita diverse statue e fontane tra cui quella, famosissima, dell’Obelisco. Tanto il palazzo che la zona esterna sono patrimonio UNESCO.

Ammirare Hundertwasserhaus

Hundertwasserhaus
Hundertwasserhaus

Hundertwasserhaus è un complesso residenziale popolare che si trova nella zona est di Vienna, nel quartiere di Landstraße.

Si tratta di 52 appartamenti costruiti a metà degli anni ’80 e progettati dall’architetto e artista Friedensreich Hundertwasser per le famiglie meno abbienti.

I grandi protagonisti in questo complesso sono i colori: le facciate degli appartamenti sono dipinte di tinte pastello e molti elementi decorativi, tra cui le ceramiche per l’esterno, provengono da materiale di recupero.

Restano ancora oggi case popolari e sono gestite dal comune di Vienna ma, negli anni, sono anche diventate un’attrazione turistica tanto che nel quartiere sono sorti diversi locali e ristoranti tipici.

Scoprire la street art lungo il Donaukanal

Vienna
Donaukanal

Il Donaukanal è un ex ramo del Danubio, trasformato nel 1598 in un canale d’acqua. Lungo il suo corso, oggi, è possibile ammirare tantissime opere di street art e graffiti.

I grandi murales realizzati da artisti locali e internazionali hanno riqualificato la zona rendendola colorata, accogliente e appetibile anche per i turisti che possono ammirare un volto inedito della Vienna urbana.

Dedicarsi alla natura nel Prater

Prater
Prater

Uno dei polmoni verdi più importanti di Vienna è il Prater: un parco che si trova nel centro della città e ospita la ruota panoramica diventata uno dei simboli della Capitale austriaca.

Fu riserva di caccia degli Asburgo e attualmente – con i suoi lunghi viali alberati – è un’oasi di relax molto frequentata dagli abitanti di Vienna (anche durante la pausa pranzo) e amata dai turisti.

La sua arteria principale è il viale centrale, lungo 4 chilometri e mezzo, che ospita quasi 3.000 alberi.

Visitare la statua di Mozart

Vienna statua di Mozart
Statua di Mozart

È vero che Vienna è una delle località culturalmente più stimolanti se si parla di musei e mostre d’arte; ma è altrettanto vero che qui l’arte si trova in ogni angolo della città! Chi arriva nella capitale austriaca non può assolutamente perdere, ad esempio, la statua di Mozart.

È qui che il compositore visse per anni, realizzò gran parte delle sue opere e scomparve nel 1791. Il monumento è stato realizzato dall’architetto Karl König e dallo scultore Viktor Tilgner, è alto 7 metri e mezzo e si trova attualmente nel Burggarten, Primo distretto di Vienna, in cui è stato trasferito dal 1953.

…e lo Zentralfriedhof

Anche il cimitero di Zentralfriedhof potrebbe essere un’interessante scoperta per i turisti. È uno dei cimiteri più grandi della città che, ovviamente, è ancora utilizzato per le tumulazioni, ma è qui che sono seppelliti molti personaggi illustri tra cui Beethoven, Brahms, Strauss e Schubert.

Entrare nel Rathaus

rathaus vienna
Rathaus Vienna

Tra i palazzi viennesi che meritano una visita c’è il Rathaus: il municipio. È stato realizzato tra il 1872 e il 1883 in stile neogotico e, per essere “solo” un edificio amministrativo, è particolarmente sfarzoso.

Attualmente sono aperti al pubblico il Salone delle Feste, la Camera del Consiglio, la Camera del Senato, e la Steinsäle, ma solo quando non sono in corso riunioni all’interno del palazzo. La punta di diamanta è la torre del municipio che è visibile da più punti del centro storico di Vienna.

Pregare nel Duomo di Santo Stefano

Stephansdom
Stephansdom

Il Duomo di Santo Stefano (anche chiamato la Cattedrale di Vienna, Stephansdom in tedesco) è stato realizzato nel 1147.

La facciata dell'ingresso principale è costituita dalla "Porta dei giganti" e dalle due torri gemelle dette "Torri dei Pagani" e all’interno è possibile ammirare diverse opere realizzate seguendo differenti stili architettonici.

Si va dal pulpito gotico all’altare barocco, alle tante statue e icone che raffigurano Cristo e la Vergine Maria. In questa chiesa, tra le altre cose, si svolsero i funerali dell’Imperatore Francesco Giuseppe.

Tuffarsi nei colori di Brunnenmarkt

Brunnenmarkt
Brunnenmarkt

Il Brunnenmarkt è uno dei mercati più importanti di Vienna. Si trova nel sedicesimo distretto, nella zona dell’Ottakring e si sviluppa lungo l’area pedonale di Brunnengasse. Qui è possibile ammirare diversi stand che vendono prodotti alimentari, ma anche utensili, abbigliamento e souvenir.

La particolarità di questa fiera all’aperto è il multiculturalismo: tanti sono i banchi che offrono a cittadini e turisti la possibilità di assaggiare piatti tipici del luogo ma anche pietanze tradizionali provenienti da altri Paesi.

I profumi, i colori e la magica atmosfera che si respira ad ogni passo, rendono questo mercato non solo un luogo per fare acquisti ma una vera e propria attrazione per i visitatori.

Guardare la città dall’alto

Vienna
Vienna

Tra le tante cose, Vienna offre anche la possibilità di dedicarsi a escursioni in mezzo al verde. I turisti che amano passeggiare lungo i sentieri sterrati possono farlo salendo sulla collina di Kahlenberg, appena fuori dalla città.

Alta 484 metri, la collinetta consente di immergersi completamente nella natura ed è perfettamente attrezzata lungo i percorsi con tante aree ristoro, per questa ragione viene spesso scelta per dei pic-nic all’aria aperta.

Non solo: dalla cima è possibile godere di una splendida vista che mostra la Capitale austriaca in tutta la sua bellezza.

Riproduzione riservata